Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

TaipeiCome era prevedibile, visto l’altissimo livello mostrato in campo, la nazionale di Taipei ha fatto suonare ben cinque volte il proprio inno all’interno del PalaBadminton durante lo Yonex Italian Junior 2018, impresa mai riuscita a nessuno nelle sette edizioni precedenti.

Ad aprire le danze è stato il doppio misto formato Wu Guan Xun e Teng Chun Hsun che hanno superato senza nessuna difficoltà in due set (21-12; 21-3) i brasiliani Fabricio Farias e Jaqueline Lima che si erano comportati molto bene durante il torneo raggiungendo la finale.

Nei due singolari, dopo le quattro semifinali di stamattina, si sono definite due finali entrambe con due atleti di Taipei, che si è così assicurata i due gradini più alti del podio. Su Li Yang nel singolare maschile si è imposto su Yu Sheng Po in due set (21-18; 21-17) e due set (21-14; 21-17) sono bastati anche a Huang Yin Hsuan per avere la meglio sul compagno di squadra Hsieh Yu Ying.

Vittoria anche nel doppio femminile per la nazionale asiatica, con Li Zi Qing e Teng Chun Hsun brave ad avere la meglio in due set (21-11; 21-13) sulle austriache Serena Au Yeong e Sabrina Herbst, che da assolute outsider avevano conquistato un’insperata finale convertendo i pronostici iniziali. Teng Chun Hsun ha chiuso così il torneo con due medaglie d’oro al collo.

Il terzo ed ultimo derby era quello del doppio maschile dove Wu Guan Xun ha realizzato la sua doppietta personale superando in coppia con Wei Chun Wei superando al termine del terzo set (21-18; 14-21; 21-18) i connazionali Chang Fan-Chi e Chen Zhi Ray.

“Sono molto soddisfatto sia per il livello mostrato dagli azzurri, sia per l’organizzazione messa in campo dalla Federazione - le parole del Presidente Federale, Carlo Beninati -. Gli atleti del #ProgettoGiovani #duemil20e24 hanno certamente lasciato il segno in questa ottava edizione, dimostrando come il processo di crescita non si ferma e che adesso serve fare il salto di qualità che possa permettere di centrare medaglie pesanti e puntare anche alla non facile qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires. La presenza di oltre 200 atleti dimostra che i nostri tornei sono molto apprezzati a livello internazionale, come testimoniato durante questo Yonex Italian Junior dagli attestati di stima ricevuti da diversi Capi delle numerose delegazioni presenti”.

Contento anche Arturo Ruiz: “Il livello era molto alto - ha dichiarato il Direttore Tecnico -, sapevamo che avremmo dovuto fare del nostro meglio per riuscire a centrare i nostri obiettivi agonistici. Tutti gli atleti del #ProgettoGiovani hanno ben figurato, non era facile andare a medaglia visto la corazzata di Taipei, ma sono convinto che nel prossimo futuro arriveranno i piazzamenti importanti cbe questi ragazzi si meritano”.

Le premiazioni sono state effettuate dal Presidente Federale Carlo Beninati, dal Segretario Generale Giovanni Esposito e dal Delegato Provinciale Coni Point di Milano Claudia Giordani.

La manifestazione è stata patrocinata dal CONI, dal CIP, dalla Regione Lombardia, dalla Città Metropolitana di Milano e dal Comune di Milano con il patrocinio dello Stato Maggiore della Difesa, del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare, del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle.

Anche quest’anno il Corriere dello Sport ha affiancato la FIBa come Media Partner.

Partner tecnici dell’evento sono stati Yonex, azienda leader nel campo sportivo e soprattutto nel materiale dedicato al Badminton e Winner, brand che accompagna la FIBa per la fornitura di materiale di premiazione.