Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Sta per finire il 2011 anno schermisticamente intenso e denso di risultati importanti e che lascerà il posto alle Olimpiadi 2012. Il 2011 è stato anche l'anno delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia e ci piace ricordare uno degli ultimi appuntamenti presentati qui a Milano in cui la scherma è stata protagonista attraverso il ricordo degli uomini lombardi che hanno contribuito a renderla grande: il convegno "Fratelli Sportivi d'Italia" che si è tenuto presso il Nuovo Spazio Guicciardini il 4 dicembre. Personaggi importanti del mondo dello sport, o legati alla storia dello sport, hanno intrattenuto i presenti con argomenti splendidi, articolati dal dr. Pennone per Wilam Rudholp, avvalendosi di suggestive immagini, emozionanti filmati sul mondo dello  sport nazionale spaziando dal calcio al ciclismo all'atletica alla scherma. Per quanto riguarda la scherma il prof. Fabrizio ci ha regalato uno splendido spaccato dall'Unita d'Italia in poi tracciando e svelando vari misteri che stanno riaffiorando dal mondo archivistico e storico e ripercorrendo anche la storia della classe magistrale italiana dai suoi albori ben 150 anni fa ai giorni nostri. Il prof. Giuntini, parlando della storia schermistica più recente, ha ricordarto il valore del milanese M. Marcello Lodetti, che è figura di sintesi tecnica e morale del movimento schermistico lombardo. Ha messo in risalto, oltre alla tradizione tecnica Renaud-Mangiarotti Giuseppe/Marcello Lodetti in ordine di scuola diretta con la spada e non solo, anche i valori odierni di una scuola collocata nel centro di Milano a forte impatto sociale. Il dr. Pennone ha consegnato l'aretusa d'argento al M. Marcello Lodetti a testimonianza dell'apprezzamento del mondo accademico storico per il suo lavoro di Maestro ed educatore dello sport italiano.

bann sportdiclasse

Banner 2